Archivio | A.R.

Tags: , , , , , ,

L’acqua dopo l’allenamento accelera la riattivazione del sistema parasimpatico

Integrare acqua dopo l'attività fisica (foto sdhealthyliving.com)

Prendendo spunto da ricerche che dimostrano l’effetto positivo dell’assunzione di acqua post esercizio per il recupero parasimpatico dopo una sessione di allenamento di moderata intensità, un gruppo di ricerca brasiliano ha studiato la capacità dell’integrazione di acqua post allenamento sull’esercizio fisico ad alta intensità ed il suo effetto cardiovascolare.

Contenuti riservati ad associati e affiliati ASD NAL.

Commenti (0)

Tags: , , ,

Mangiare disordinato e disturbi alimentari negli sport acquatici

Bilancia, controllo del peso e disordine alimentare

Il comportamento del Mangiare Disordinato (DE – Disordered Eating) ed i Disturbi Alimentari (EDs – Eating Disorders) preoccupano per le loro associazioni con i rischi di salute sia fisica sia mentale, nel caso degli atleti anche per le implicazioni sulle ridotte prestazioni.

Contenuti riservati ad associati e affiliati ASD NAL.

Commenti (0)

Tags: , , , , , , , ,

Quale attività fisica per la perdita di peso negli adolescenti

Adolescenti in sovrappeso (foto newafricadailynews.com)

Secondo uno studio pubblicato sulla rivista JAMA Pediatrics l’attività aerobica combinata all’allenamento alla resistenza sono la soluzione più efficace per ridurre l’obesità negli adolescenti.

Contenuti riservati ad associati e affiliati ASD NAL.

Commenti (0)

Tags: , , , , , ,

I pericoli nascosti delle bevande energetiche

Energy Drinks (foto livingwellatuhn.com)

Le proprietà tanto decantate delle bevande energetiche sono ben note grazie alla pubblicità convincente ed al marketing intelligente, ma un nuovo rapporto pubblicato sulla rivista Preventive Medicine indica che il loro consumo tra gli adolescenti può essere collegato ad una cattiva salute mentale ed abuso di sostanze.

Contenuti riservati ad associati e affiliati ASD NAL.

Commenti (0)

Antidoping: Procedura di Esenzione a Fini Terapeutici (TUE)

Modello F49 TUE

Dal 1 Gennaio 2013 sono entrate in vigore le modifiche apportate alle Norme Sportive Antidoping (NSA) decretate dalla Giunta Nazionale del CONI il 29 Novembre 2012 con deliberazione n. 440, per cui è abolita la procedura della Notifica di Intervento Terapeutico (NIT) quale procedura alternativa alle TUE, riservata agli atleti non professionisti ovvero non inseriti dal CONI – NADO nel Registered Testing Pool (RTP).

Contenuti riservati ad associati e affiliati ASD NAL.

Commenti (0)

Tags: , , , , , , , , ,

Orario migliore per allenarsi in base agli ormoni

Lost Time by Vanleith (Foto: DeviantART.com)

L’allenamento assume proprietà specifiche in rapporto all’ora nel quale si effettua, questo perché durante la giornata gli ormoni vengono stimolati in maniera diversa al variare dell’orario, il che può consentire una migliore programmazione nel raggiungere con più efficacia gli obiettivi prefissati.

Contenuti riservati ad associati e affiliati ASD NAL.

Commenti (0)

Tags: , , , , , ,

L’esercizio aerobico può rallentare la demenza

Attività sportiva aerobica contro il decadimento della capacità intellettuale

Un recente studio ha dimostrato che il regolare esercizio aerobico può rallentare l’emergere del decadimento della capacità intellettuale dovuta all’avanzare dell’età.

Contenuti riservati ad associati e affiliati ASD NAL.

Commenti (0)

Tags: , , , , , , , , ,

Le bibite gassate e zuccherine sono svantaggiose per la prestazione sportiva

Bibita gassata e zuccherina

Non è raro sentire atleti raccontare l’utilizzo della bevanda più famosa al mondo durante la prestazione sportiva, affermando che sia capace di aiutarli a sostenere la fatica e consentendo una maggiore resa.
Purtroppo questa è solo una falsa panacea al problema, perché invece la sensazione di benessere è solo illusoria, ma anche con effetti negativi ai fini prestazionali perché ha capacità di sballare l’organismo.

Contenuti riservati ad associati e affiliati ASD NAL.

Commenti (0)

Tags: , , , , , , ,

Gli esercizi di forza aiutano gli adolescenti a ridurre i rischi di salute

Il trattamento per l’obesità infantile ed i problemi di salute associati sono concentrati principalmente sulla modifica della dieta e l’esercizio aerobico, come ad esempio camminare o nuotare.
Ma una recente ricerca ha concluso che l’aggiunta di esercizi di potenziamento settoriale aiuta gli adolescenti a ridurre i rischi di patologie, come le malattie cardiache, il diabete ed altri problemi di salute.

Contenuti riservati ad associati e affiliati ASD NAL.

Commenti (0)

Tags: , , , ,

Monitorare la Variabilità della Frequenza Cardiaca

Monitorare correttamente la propria condizione fisica consente di sviluppare in maniera più precisa le programmazioni degli allenamenti, creando così set di lavori mirati non solo al proprio livello atletico ma, in particolare, alla propria condizione fisica ed alla personale capacità di risposta stressoria al carico di allenamento.

Contenuti riservati ad associati e affiliati ASD NAL.

Commenti (0)

Tags: , , , , , , , ,

Integrazione di vitamina D: effetti medio-lunghi in nuotatori e tuffatori

Integrare la vitamina D (foto istoe.com.br)

Lo scopo della ricerca degli autori Regina M. Lewis, Maja Redzic, D. Travis Thomas è stato il determinare l’effetto nel lungo periodo dell’integrazione di vitamina D negli atleti, verificando correlazioni dei cambiamenti dei livelli di vitamina D, misurato come 25(OH)D (25-hydroxyvitamin D), con la composizione corporea, l’infiammazione e la frequenza di infortuni e di malattie nell’atleta.

Contenuti riservati ad associati e affiliati ASD NAL.

Commenti (0)

Tags: , , , , ,

La caffeina più efficace della pseudoefedrina

Integrazione e sport (foto da foodnavigator.com)

Sia la caffeina sia la pseudoefedrina sono riconosciuti come stimolanti per il sistema nervoso centrale ma, mentre la caffeina è una sostanza consentita mentre la pseudoefedrina è una sostanza proibita.

Contenuti riservati ad associati e affiliati ASD NAL.

Commenti (0)

SdS CONI Marche 2013, Allenamento in altura – Pierluigi FIORELLA

Relazione su “Basi fisiologiche dell’allenamento in altura. L’esperienza con l’atletica leggera“.
Contenuti riservati ad associati e affiliati ASD NAL.

Commenti (0)

SdS CONI Marche 2013, Allenamento in altura – Valerio FUSCO

Relazione su “Allenamento in altura: l’esperienza della nazionale di nuoto di fondo e gran fondo“.
Contenuti riservati ad associati e affiliati ASD NAL.

Commenti (0)

SdS CONI Marche 2013, Allenamento in altura – Giulio Sergio ROI

Relazione su “Lo sky-running, una nuova disciplina che può indicarci nuove strade: aspetti fisiologici e metodologici“.
Contenuti riservati ad associati e affiliati ASD NAL.

Commenti (0)

Tags: , , ,

Prevenzione delle lesioni della spalla negli sport acquatici

Prevenire l'infortunio alla spalla

La letteratura della medicina sportiva internazionale conferma che le lesioni alla spalla costituiscono l’infortunio più comune tra gli atleti delle discipline acquatiche. Questa problematica si traduce tempo tolto all’allenamento e di conseguenza al programma competitivo.
La FINA Sports Medicine Committee (SMC) appoggia fortemente la prevenzione come chiave di questo problema e propone iniziative educative per aiutare gli atleti e lo staff che li supportano per evitare questi tipi di infortuni.

Contenuti riservati ad associati e affiliati ASD NAL.

Commenti (0)